Peter Lewis Geti

I'm a dreamer, I'm a ninja, I'm the fireball in the New Year's sky.

Aprile 18, 2014 12:44 pm
Cambiacentro, comitato dedicato a famiglie e bimbi

Nasce Cambiacentro, un comitato cittadino coordinato dalla ProLoco pisana, che ha come obiettivo la valorizzazione della città e delle zone del centro stori co soggette al degrado. Il direttivo di Cambiacentro è costituito da cinque associazioni attive da tempo in città e fondatrici del gruppo: Fare Ambiente, Vivi la Piazza, I Cavalieri, infine Reges e Feisct, le quali agiscono anche a livello europeo.

12:43 pm
Stop a degrado e reati Arriva il supercomitato

SI CHIAMA Cambiacentro, ma il supercomitato, nato all’ombra della Torre, dice no anche «ai quartieri dormitorio della periferia». Cinque le associazioni (Vivi la Piazza, che da anni si occupa dei problemi del cuore di Pisa e in particolare delle Vettovaglie, Fare Ambiente, movimento ecologista, I Cavalieri, Reges e Feisct che sono impegnate nella valorizzare di storia, cultura e tradizioni locali), guidate dalla Pro loco di Pisa, che si sono riunite per «modificare il modo di vivere la città».

Marzo 28, 2014 12:26 pm
Una rete di cittadini per la sicurezza. I comitati ricevuti dal Prefetto: «Pronti a pattugliare anche noi le strade»

L’obiettivo è porre soluzioni ad alcuni problemi del territorio, soprattutto quelli più sentiti dal punto di vista ambientale.

La Nazione, ed. Pisa, 28/03/2014

Dicembre 16, 2013 4:18 pm
Cambio al vertice dell'Adi, eletta nuova segreteria

Roma, 16 dic. (Labitalia) - Cambio al vertice dell’Adi. Ieri, nel corso del III Congresso Nazionale dell’Associazione dottorandi e dottori di ricerca italiani (Adi) tenutosi a Roma, Antonio Bonatesta è stato eletto all’unanimità segretario nazionale dell’Associazione. Bonatesta è un dottore di ricerca in Storia contemporanea dell’Università del Salento. Arriva a ricoprire la massima carica nell’Adi dopo essere stato rappresentante della sede di Lecce nel Consiglio Nazionale dell’Associazione ed essere stato il primo rappresentante dei dottorandi in Senato accademico eletto in Italia.

 

Su proposta del nuovo Segretario, il consiglio nazionale ha eletto la nuova Segreteria Nazionale, composta da Alfredo Ferrara, Dottorando in Filosofie e Teorie Sociali dell’Università degli Studi di Bari ”Aldo Moro”, Adi Bari; Giuseppe Montalbano, Dottorando in Teoria Politica dell’università Luiss ‘Guido Carli di Roma, rappresentante dei dottorandi in Cnsu e Cun, Presidente Adi di Roma; Stefania Napoli, Dottoranda in “Scienze della Governance e Sistemi Complessi” dell’ Università degli Studi di Sassari, Adi di Sassari; Gianluca Pozza, dottorando della Scuola in Scienza e Ingegneria dei materiali dell’Università di Padova, Rappresentante dei dottorandi nel Senato accademico dell’Università di Padova, Adi di Padova.

Della nuova segreteria fanno inoltre parte Ludovica Rossotti, Dottoranda in Ricerca applicata alle Scienze sociali dell’Università ”Sapienza” di Roma, Segretario uscente di Adi Roma; Roberta Russo, Dottoranda in Istituzioni, diritto ed economia dei servizi pubblici dell’ Università l’Orientale di Napoli, Segretario Adi Napoli; Peter Lewis Geti, Dottore di ricerca in “Giustizia costituzionale e diritti fondamentali” - Università di Pisa, confermato nel ruolo di Tesoriere. Alessio Rotisciani, Dottore di Ricerca in Teoria e Ricerca Sociale dell’Università del Salento, confermato nel ruolo di Responsabile della Comunicazione.

La nuova Segreteria succede a Francesco Vitucci, Segretario Nazionale; Nevio Dubbini, Responsabile dell’Organizzazione; Saverio Bolognani; Adelaide D’Auria; Valentina Maisto e Chiara Orsi. L’Adi, nata nel 1998, è un’associazione che cerca di dare rappresentanza e tutela ai dottorandi e ai giovani ricercatori e lavora per dare più valore al titolo di Dottore di Ricerca. L’Adi è indipendente dai partiti, è composta da dottorandi e da dottori di ricerca che dedicano in maniera volontaria e non retribuita il proprio tempo a migliorare le condizioni di vita e di ricerca di tutti. Attualmente l’Adi conta 14 sedi attive sul territorio nazionale, con un numero totale di 890 iscritti.

”Dedicherò il massimo impegno a valorizzare la nostra realtà associativa, attraverso una maggiore partecipazione delle sedi locali all’elaborazione politica su scala nazionale” ha dichiarato il neosegretario nel suo discorso di insediamento. Il Segretario si è riagganciato alla storica battaglia dell’ADI sul dottorato: ”Vedo in questa elezione la possibilità di continuare il mio lavoro per migliorare le condizioni di vita e di ricerca di dottorandi e giovani ricercatori, portando sul piano nazionale le esperienze maturate nel Senato dell’Università del Salento. Il primo passo della nostra nuova Segreteria - ha aggiunto Bonatesta - sarà la realizzazione della nuova Indagine annuale ADI su Dottorato e Post-Doc, ormai affermatasi come un importante strumento di conoscenza dello scenario universitario italiano”.

Il Segretario si è soffermato sul tema del reclutamento accademico: ”L’Adi dovrà promuovere una serrata riflessione su come valorizzare e dare finalmente prospettive all’enorme comunità di ricercatori precari che si è andata costituendo a causa delle politiche recessive portate avanti dai Governi degli ultimi anni”. ”Questa battaglia - ha concluso Bonatesta - non serve per affermare istanze corporative ma per contribuire alla costruzione di una nuova classe dirigente, in grado di portare il Paese fuori delle secche della crisi”.

Dicembre 12, 2013 8:39 am
In Cina la lotta per la tutela del tartan Burberry | MIME

Arriva dalla Cina la notizia della revoca della tutela del noto «Haymarket Check», il caratteristico motivo a tartan di Burberry, a causa del suo mancato utilizzo nell’ultimo triennio.